Alkantara®

Alkantara®

Ibrido triploide ottenuto dall’incrocio del clementine "Oroval" (2x) x arancio Tarocco (4x), costituito e brevettato dai ricercatori del CRA-ACM di Acireale (CT) Giuseppe Reforgiato Recupero, Giuseppe Russo e Santo Recupero.
Pianta di sviluppo contenuto, habitus vegetativo espanso, presenta spine di piccole dimensioni. Foglie di forma ellittica con apice arrotondato, picciolo di lunghezza media con alette rudimentali.
Frutto di forma oblata, peso medio di circa 200 g, buccia di colore arancio intenso, consistenza soffice e poco aderente alla polpa. Quest'ultima presenta a maturità avanzata una notevole pigmentazione antocianica della polpa.
Epoca di maturazione media, la raccolta inizia a fine novembre e si prolunga per tutto gennaio. I frutti resistono bene sulle piante e non tendono ad asciugare.
Nel complesso questo ibrido presenta l’interessante caratteristica dell’apirenia e della sterilità del polline pertanto non induce formazione di semi nei frutti degli agrumeti limitrofi. Presenta una pezzatura notevole per essere un "easy peeling" (facile da sbucciare). Il sapore è assimilabile a quello del clementine.


ARTICOLI CORRELATI

Avana apirene

Avana apirene

Il Mandarino Avana Apirene è una pianta molto vigorosa con portamento rotondeggiante e...

Tardivo di Ciaculli Nucellare

Tardivo di Ciaculli Nucellare

Il Mandarino Tardivo di Ciaculli è una cultivar con frutto a buccia di medio spessore, con...

Fortune

Fortune

La cultivar Mandarino Fortune è stata introdotta nel 1974 dalla Stazione di Ricerche Agronomiche...